Ravioli al vapore

 

10376315_1501124186770154_5575288169587231350_n

Che adoro la cucina etnica ormai si sa,che mangerei ravioli al vapore ad oltranza,ve lo dico ora! Tra l’altro poco tempo fa ho letto da qualche parte che in Cina li consumano anche come spuntino di metà mattina o come merenda pomeridiana e mi sono detta “perché non fare la cinese?!”…beh,direi che lasciarli alla loro identità di piatto unico può bastare…mannaggia…dovrebbero esserci degli sconti di pena sui piatti preferiti,si dovrebbe poter scegliere 3-4 piatti del cuore che,seppur mangiati in quantità industriali,non si aggrappano al lato b…vaneggiamenti di un’inguaribile golosa a parte,questa versione è con il tofu,ma ho in mente di rpovare una variante con granulare di soia…a breve! Andrebbero cotti nei tipici cestelli in bamboo,con il fondo foderato da foglie di verza…cestelli che avevo fino a poco tempo fa e che il mio NeroGatto ha deciso di destinare all’uso di tiragraffi in uno dei suoi 5 minuti di follia…per cui,ho utilizzato la semplice vaporiera.

Ingredienti per la pasta

250g di Farina 0

150ml di Acqua

Sale

Ingredienti per il ripieno

Tofu al naturale

Erba cipollina

Zafferano

Salsa di soia

Olio evo

Brodo vegetale

Procedimento

Sistemare la farina a fontana,versare l’acqua al centro e un pizzico di sale…cominciare ad impastare fino ad ottenere una bella palla compatta.Avvolgerla nella pellicola per alimenti e lasciar riposare in frigo per circa 30 minuti.Nel frattempo,sbriciolare il tofu e saltarlo in padella con l’erba cipollina tagliata a pezzettini,unire un po’ di brodo vegetale e lo zafferano,mescolando bene.Cuocere per qualche minuto a fuoco vivace,bagnando con un filo di salsa di soia.Riservare.

Preparare ora la pasta…prendere metà della nostra palla,infarinare il piano di lavoro e prepararsi a fare ginnastica con il mattarello,la pasta va stesa piuttosto sottile.Fare lo stesso con la seconda metà di pasta(per i pigri benedetta macchina tira sfoglia 😀 ) una volta stesa,ricavare dei dischi di circa 5 cm di diametro. Quindi,posizionare al centro il ripieno e dare forma ai ravioli…io ne ho fatte 2 versioni,a “cilindro grasso” come li chiamo io e nella loro forma più classica a ventaglio.Per la prima versione,porre il ripieno al centro ed alzare la pasta lateralmente,pizzicandola con le dita nella parte alta.Per i ventagli,il ripieno sempre al centro,la pasta invece va piegata a semicerchio,modellando con le dita la chiusura,da fissare con un goccio d’acqua.La descrizione del procedimento mi sa che è un po’ incasinata eh?! Beh,provateci,vi garantisco che è molto più semplice la pratica che la teoria hihihihihihi! Ora non resta che cuocere i ravioli,io come dicevo prima ho utilizzato la vaporiera ,stendendo sul fondo qualche foglia di verza e cuocendoli per circa 20 minuti(controllare in cottura la morbidezza della pasta,a seconda dello spessore potrebbe variare il tempo necessario).E ora,finalmente,salsa di soia,pucciare e mangiare!!!

10419484_1501124273436812_7750064172355695831_n

Annunci

3 pensieri su “Ravioli al vapore

  1. , ho mangiato per la prima volta questi ravioli all’Expo qualche giorno fa e mi sono piaciuti molto, però ci dovevano essere delle verdure in mezzo, tu li prepari solo cosi con il formaggio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...